Oggi come non mai le nostre mani sono impegnate e messe sotto stress dalle nostre molteplici e frenetiche attività quotidiane: la gestione della famiglia, gli hobbies, la cura della casa, il lavoro specialmente se si parla di smartworking!

In particolare le mani delle donne sono più esposte ad alcune patologie, soprattutto a carattere infiammatorio, a causa delle interazioni ormonali.

Va aggiunto che, in questo periodo storico, l’ampio ricorso allo smart working ha messo a dura prova anche la salute delle mani complessiva di molti uomini e donne: Sindrome del tunnel carpale, epicondilite e patologie infiammatorie tendinee che coinvolgono dita, mano e polso sono le patologie che più provocano dolore alle mani.

Cattiva postura e sovraccarico delle mani davanti al computer, postazioni di lavoro arrangiate all’ultimo minuto (che molto spesso si traducono nell’utilizzo del tavolo della cucina o della sala da pranzo), sedute non adeguate e in generale una errata gestione degli spazi lavorativi contribuiscono a sviluppare dolore alle mani, spesso proprio conseguente all’errata postura o al sovraccarico delle strutture muscolo-tendinee!

Se durante la giornata lavorativa si avvertono piccoli click o rumori articolari non c’è da preoccuparsi: non sempre sono associati a una patologia. Tuttavia, se si avverte un dolore, che rimane inoltre costante nel tempo, accompagnato da limitazioni nell’eseguire i movimenti, è bene farsi vedere dallo specialista!